Zingaretti molla, arriva Letta

Settimana scorsa Nicola Zingaretti ha annunciato le proprie dimissioni, questo weekend Enrico Letta verrà nominato segretario del PD

spiaggiati

L'addio dell'ex segretario è stato sicuramente repentino ed al contempo traumatico per i dem.

Non solo per le modalità ma anche per i toni particolarmente duri di Zingaretti che esasperato dalle dinamiche correntizie interne ha preferito dare le dimissioni piuttosto che diventare il capro espiatorio di tutta la dirigenza.

Queste le parole dell'ex segretario che più rappresentano la situazione che ha dovuto affrontare:

Nel Pd tutti hanno voluto Conte, poi mi sono girato e non c’era più nessuno

Affermazioni pesanti quelle rivolte da un segretario uscente al suo stesso partito.

Parole tra l'altro pronunciate da una persona solitamente calma e pacata che risultano quindi ancor più gravi e che assieme alla scelta stessa di dimettersi servono a dare una scossa a tutta la dirigenza.

Ora il nuovo segretario del PD sarà Enrico Letta, chiamato a fare all'interno dei democratici l'uomo della provvidenza come Draghi lo è stato per il governo.

Basterà l'esperienza e la pacatezza di Letta a portare ad un maggior dialogo interno ai democratici e spezzare una litigiosità ormai divenuta ingestibile?

C'è da sperarlo qualunque siano le idee politiche di ciascuno, la crisi sanitaria è ben lungi dall'essere risolta e che il principale partito del centrosinistra passi il tempo a farsi la guerra interna non è certamente una cosa positiva per l'Italia.

#idee #notizie